Francesco De Benedittis premiato dal Comune di Fano: 'Orgoglioso di Sanremo, ma è il mio lavoro'

Premiazione Francesco De Benedittis 3' di lettura 22/02/2013 - "E' un onore per me ricevere questo riconoscimento dalla mia città di Fano, ma faccio semplicemente il mio lavoro."

E' un Francesco De Benedittis soddisfatto quello che si presenta alla conferenza stampa di venerdì 22 febbraio, indetta dal sindaco Stefano Aguzzi per ringraziare l'autore della melodia di "L'Essenziale", che grazie all'interpretazione di Marco Mengoni ha vinto il Festival di Sanremo, ed insignirlo di una targa d'onoreficenza.

"E' un onore -ha esordito Aguzzi- avere un tale professionista nella nostra città: lui è figlio di Fano e come tale deve essere conosciuto e riconosciuto dai suoi concittadini."

De Benedittis aveva rilasciato un'intervista alla nostra redazione poche ore prima della proclamazione della canzone trionfatrice: "Ho scritto la musica insieme a lui e al mio caro collega Roberto Casalino ma ahimè quando mi fu detto che la seconda canzone era stata scritta da Gianna Nannini e Pacifico le mie speranze di passare il turno sfumarono all'istante. E invece la prima sera del Festival...il miracolo! 'L'essenziale' batte il pezzo della Nannini! Chi poteva immaginarlo!?"

"Sono venuto a conoscenza della scelta del mio brano -afferma De Benedittis- tramite una telefonata: ero in macchina a Bellocchi e dalla felicità sono sceso ed improvvisato un piccolo balletto! Ho trascorso la prima serata di Sanremo a casa in tutta tranquillità davanti ai fornelli, convinto di uscire da subito, ed invece il pubblico ci ha premiati. La seconda serata è stata invece più agitata: era la volta di Max Gazzè che gareggiava con un altro mio brano, "Sotto casa": sono molto legato a questa canzone sia per la mia stima per il cantante, per il legame che mi lega da anni a suo fratello Francesco (anche lui ne è autore) e soprattutto per il messaggio importante che volevamo esprimere, ossia l'amore in chiave ironica e attraverso innumerevoli forme...e anche in questo caso siamo riusciti a passare il turno."

Francesco poi parla dell'amore che lo lega alla sua città d'origine e al suo lavoro. "Fano è una sorta di rifugio per me, la casa con la C maiuscola: sono sempre in giro per lavoro tra Milano, Roma e Parigi, ma l'aria che si respira qui a fatica si riesce a trovare nelle altre, un misto di purezza ed ingenuità a misura d'uomo. Sono molto orgoglioso della vittoria di Marco, che è un trionfo anche per noi, ma nonostante il grande risultato ottenuto (Marco Mengoni è stato anche scelto per rappresentare con "L'Essenziale" la nostra nazione all'Eurovision Song Contest, in Svezia dal 14 al 18 maggio prossimo) mi sento di dire che fa parte del mio lavoro giornaliero."

Francesco manda poi un messaggio d'incoraggiamento a tutti quei giovani che intendono lavorare nell'ambiente musicale, da molti considerato 'non serio': "Qualsiasi mestiere portato avanti con passione può portare a qualcosa di più elevato, bisogna credere nel proprio sogno e seguirlo con passione, costanza e sacrificio. La fortuna è un fattore relativo: tutto si incastra ed è frutto del tempo e delle coincidenze."








Questo è un articolo pubblicato il 22-02-2013 alle 12:22 sul giornale del 23 febbraio 2013 - 1893 letture

In questo articolo si parla di cronaca, cultura, fano, sanremo, news, Laura Congiu, notizie fano, ultim'ora, francesco de benedittis, premiazione francesco de benedittis

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/JP0





logoEV