Nereto: stupro di gruppo ai danni di una minorenne, convalidato l'arresto del marocchino

Arresto 1' di lettura 20/02/2012 - Fermato con l'accusa di violenza sessuale nei confronti di una minorenne di Nereto, il marocchino di 29 anni respinge le accuse e dichiara di non conoscere la giovane.

La convalida dell'arresto è avvenuta lunedì da parte del gip del tribunale di Teramo che ha disposto la custodia cautelare in carcere. Il giovane disoccupato è accusato di aver violentato la 17enne che vive nel centro della Val Vibrata in più occasioni.

Infatti, dalle dichiarazioni della giovane vittima, emergerebbero particolari agghiaccianti. Secondo il suo racconto, non sarebbe un episodio isolato di violenza ma un abuso abituale da parte del branco. Negli ultimi mesi la 17enne sarebbe stata costretta ad avere con loro almeno 5 rapporti forzati.

Le indagini proseguono nel riserbo più totale per tutelare la minorenne che, nell'episodio di martedì, si sarebbe ribellata agli aggressori come dimostrato dalle ferite riscontrate nell'ospedale di Sant'Omero. I sanitari confermano che potrebbero essere state provocate nel tentativo di porre resistenza agli uomini nel momento in cui hanno deciso di bloccarla con la forza per abusare di lei.






Questo è un articolo pubblicato il 20-02-2012 alle 13:21 sul giornale del 21 febbraio 2012 - 629 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, Sudani Alice Scarpini, nereto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/vr4





logoEV