Botti, esposto associazione animalista alla procura

petardi 31/12/2011 -

L'Arca 2000, associazione animalista di San Benedetto del Tronto, presenterà un esposto alla Procura della Repubblica per chiedere di accertare la mancata osservanza del Regolamento comunale sul benessere degli animali da parte del sindaco Giovanni Gaspari.



Il primo cittadino, secondo l'associazione, non ha voluto emettere un provvedimento di divieto di esplodere botti e fuochi d'artificio a Capodanno a tutela degli animali. Il regolamento vieta di esporre gli animali in luoghi chiusi a suoni e rumori o musiche a un volume tale da essere considerato per essi nocivo.

"Visto e considerato che il deflagrare dello scoppio di fuochi d’artificio e la musica a tutto volume emanata dalle feste entra fin dentro le case - scrivono gli animalisti - causando malessere ad animali e persone il sindaco di S. Benedetto del Tronto non vietando lo scoppio di botti dimostra di contravvenire al Regolamento comunale da lui stesso deliberato".






Questo è un articolo pubblicato il 31-12-2011 alle 16:04 sul giornale del 02 gennaio 2012 - 678 letture

In questo articolo si parla di animali, francesca morici, capodanno, san benedetto del tronto, petardi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/tvD