Sanità, Natali: 'Il piano socio sanitario continua a penalizzare il piceno'

2' di lettura 20/12/2011 -

"Camela brucia tutti? No Camela brucia tutto".



Sono le parole di Giulio Natali, consigliere regionale del Pdl, pronunciate lunedì in una conferenza stampa congiunta con il collega Umberto Trenta, per parlare della proposta di istituzione dell'ospedale unico marche sud.

Natali si scaglia senza giri di parole contro Valeriano Camela, consigliere Udc: "Senza vergogna, come sempre, Camela prima ha presentato un emendamento al Piano Socio Sanitario in cui si chiedeva un impegno preciso della Regione sulla istituzione della Azienda Ospedaliera Marche Sud e sul futuro Ospedale unico unendosi a Perazzoli, poi nel bel mezzo delle discussione quando Spacca lo ha richiamato all’ordine buono buono ha ritirato la sua firma perché Perazzoli si è giustamente rifiutato di sottostare al diktat arrivando Camela a non votare a favore del suo ex emendamento, che ha avuto i voti di tutta la maggioranza oltre che del solo Perazzoli, perché Camela fingeva di essere convinto dalle spiegazioni della sua maggioranza che sosteneva che già nel Piano Socio Sanitario era contemplata l’istituzione della Azienda Ospedaliera Marche Sud.

E chiaramente Camela e Perazzoli poi hanno votato contro il mio emendamento in cui si chiedeva alla Regione un impegno ancora più specifico sulla istituzione della Azienda Marche Sud precisando tempi e modi unendosi alla maggioranza: ma hanno alla fine fatto ancora di più perché, approvato dal centro sinistra il Piano Socio Sanitario, insieme al Consigliere Trenta ho presentato un ordine del giorno in cui si chiedeva l’impegno della Giunta di istituire l’Azienda Marche Sud entro il 31 maggio 2012.

Un ordine del giorno che se fosse mai vero l’intendimento della Giunta Regionale avrebbe dovuto essere votato da tutti. E invece no, la maggioranza di centro sinistra, che non ha alcuna voglia di istituire l’Azienda Ospedaliera Marche Sud né oggi e non si sa mai quando, ha votato contro ed il bello è che anche Camela e Perazzoli hanno votato contro liberando la loro maggioranza anche da questo vincolo temporale."

Natali ricorda come tutto questo sia avvenuto venerdì 16, mentre lunedì i consiglieri Camela e Perazzoli hanno presentato una Proposta di Legge per l’istituzione della Azienda Ospedaliera Marche Sud.

Conclude Natali: "Un commento a tutto ciò: ma vadano a scopare il mare e la smettano di prendere in giro il territorio Piceno e gli amministratori locali di ogni colore che sono tutti d’accordo per l’istituzione della Azienda Ospedaliera Marche Sud e la smettano di fare solo gli interessi dei politici parlamentari di loro riferimento."


di Sudani Scarpini
sudani@sanbenedetto.it





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-12-2011 alle 15:16 sul giornale del 21 dicembre 2011 - 588 letture

In questo articolo si parla di politica, san benedetto del tronto, ospedale unico, giulio natali, marco vitaloni, umberto trenta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/tbD





logoEV