Grande adesione per il corso in 'Operatore Faunistico - Selecontrollore'

cinghiale 2' di lettura 13/12/2011 -

Sono state ben 450, di cui 447 ammesse, le domande presentate per il corso di “Operatore Faunistico” (Selecontrollore) promosso dalla Provincia per migliorare la tutela della fauna selvatica e il sistema di controllo degli esemplari (cinghiali) in soprannumero.



Visti l’altissimo numero di iscritti e l’enorme interesse suscitato, il Servizio “Risorse Naturali – Caccia e Pesca” dell’Ente ha disposto che l’iniziativa formativa venga scaglionata in tre corsi (il primo composto da 150 iscritti) e che le lezioni si svolgano nella sala Congressi dell’Hotel Marche ad Ascoli Piceno (Via Kennedy 34 e non più nell’aula della struttura, come previsto inizialmente) a partire da mercoledì 14 dicembre alle ore 19.40 (per il primo corso, gli altri due saranno programmati in seguito).

Il ciclo didattico, che si articola in 18 ore in aula, si concluderà martedì 20 dicembre, mentre le sessioni d’esame si terranno martedì 10 gennaio (ore 19) la prova scritta e sabato 21 gennaio la prova pratica di tiro. Per consultare l’elenco degli ammessi (residenti nel Piceno e muniti di regolare licenza di caccia) si può cliccare il sito della Provincia, nella sezione specifica.

Si fa presente che, per il pieno rispetto della privacy, saranno indicate solo le iniziali, la data e il luogo di nascita di ciascun candidato e le modalità di consegna della domanda (effettuata a mano o per raccomandata).

"Il numero straordinario di adesioni da parte dei cacciatori del nostro territorio conferma la bontà dell’iniziativa promossa della Provincia che permetterà ai numerosi partecipanti di conseguire un’importante qualifica e, nel contempo, poter svolgere azioni di monitoraggio e di controllo della fauna selvatica" spiega l’Assessore provinciale Aleandro Petrucci.

Dello stesso avviso la Dirigente del Servizio avv. Anna Maria Lelii che sottolinea come gli aspiranti selcontrollori potranno, con il supporto della Polizia Provinciale e dei funzionari, "effettuare un’azione molto utile e importante che consisterà, tra l’altro, nel riconoscimento degli esemplari abbattuti, negli interventi di prelievo utili per indagini biologiche e nella compilazione di schede tecniche di abbattimento del recupero dei capi".

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il sito internet www.provincia.ap.it o chiamare i numeri telefonici 0736 – 277 704, 0736 – 277 713; 0736 - 277 714.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-12-2011 alle 16:26 sul giornale del 14 dicembre 2011 - 825 letture

In questo articolo si parla di attualità, ascoli piceno, provincia di ascoli piceno, cinghiale, Aleandro Petrucci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/sTd





logoEV