Paolo Cevoli in scena con il monologo 'La penultima cena'

Paolo Cevoli 08/12/2011 -

Si intitola La penultima cena il "monologo storico-comico-gastronomico" di Paolo Cevoli per la regia Daniele Sala, che va in scena sabato 10 dicembre al Teatro Concordia nella stagione realizzata da Comune di San Benedetto del Tronto e AMAT con il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e della Regione Marche e il contributo del BIM Tronto, il Consorzio Bacino Imbrifero del Fiume Tronto.



Roma imperiale. Nella cucina di una villa patrizia, Paulus Simplicius Marone, che sta allestendo un sontuoso banchetto, racconta la sua vita avventurosa. Le umili origini ad Ariminum, l'adozione da parte una famiglia nobile che lo porterà a Roma dove apprende l'arte culinaria alla scuola di Apicio, famoso chef dell'antichità. E poi le entrate, arrotondate con affari più o meno leciti ideati nel negozio del barbiere Filone, quartier generale di una compagnia variegata di clientes e perditempo vari. Tutto fila liscio fino a quando accade un... inconveniente giudiziario. Vedendosela brutta, Paulus decide di fuggire nella lontana Palestina. Così il cuoco romagnolo si trova a Cana mentre due sposini celebrano il matrimonio. Qui accade il miracolo. Gli occhi di Paulus si incrociano con quelli del Maestro. Da quel momento la sua vita non sarà più la stessa. E da buon romagnolo Paulus ha subito un'idea imprenditoriale: far entrare Gesù in società con lui. Per giorni ne segue la comitiva e, in attesa di contattare attraverso Giuda il futuro socio, Paulus cerca di trarre profitto nel soddisfare l'appetito della moltitudine che segue il Profeta.

Allestisce un chiosco di pani e pesci in attesa che Gesù termini il suo discorso. Quel giorno purtroppo gli affari non vanno tanto bene, e qualcuno distribuisce gratis pani e pesci. Così Paulus arrabbiato con il suo contatto, chiede a Giuda la possibilità di rifarsi economicamente. Concordano per una cena privata in occasione della Pasqua ebraica. Della sessantina di invitati purtroppo se ne presentano solo tredici. Da quel momento tutto va a rotoli e Paulus Simplicius, preso dallo sconforto, decide di tornare a Roma: meglio schiavo lì che libero in una terra disgraziata. Ma le cose non andranno più come il nostro cuoco romagnolo aveva pensato. Dall'incontro con Gesù, Paulus Simplicius Marone non è più lo stesso. E quando per le strade di Roma ritrova alcuni commensali di quella famosa Ultima Cena

Lo spettacolo sarà in scena anche a San Costanzo (PU) mercoledì 14 dicembre e in marzo a Loreto (il 15) e a Corridonia (il 16).

I biglietti si possono acquistare alla libreria La Bibliofila (via Ugo Bassi, 38 a San Benedetto tel. 0735/ 587513), presso gli uffici AMAT ad Ancona, in tutte le biglietterie del circuito Amat/Vivaticket e sul sito vivaticket.it. Prezzi euro 35, 30 e 25 a seconda dei settori. Informazioni all'Ufficio Cultura del Comune di San Benedetto (tel. 0735/794438 e 0735/794460). Informazioni per tutte le date AMAT tel. 071/ 2072439. Inizio spettacolo ore 21,00.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-12-2011 alle 15:01 sul giornale del 09 dicembre 2011 - 580 letture

In questo articolo si parla di teatro, spettacoli, san benedetto del tronto, amat marche, paolo cevoli, la penultima cena

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/sHJ