Natale, sequestrati oltre 1.000 articoli pericolosi e denunciata un'imprenditrice cinese

Guardia di finanza 1' di lettura 02/12/2011 -

Arriva dalla Compagnia di San Benedetto del Tronto il primo risultato conseguito dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Ascoli Piceno nell'ambito delle attività legate all'operazione "Natale sicuro".



Le Fiamme Gialle hanno controllato un negozio gestito da S. S., 49enne cinese, per verificare l'osservanza delle normative europee e nazionali in materia di sicurezza dei prodotti posti in vendita. L'analisi della merce ha permesso di rilevare diverse irregolarità sia di natura amministrativa che penale. Sono stati sequestrati complessivamente 1.350 articoli.

Le violazioni di carattere penale, per le quali la donna è stata denunciata, hanno riguardato centinaia di giocattoli, prodotti elettrici, luminarie e serie per addobbi natalizi privi del marchio “CE” e, inoltre, delle avvertenze obbligatorie sui rischi redatte in lingua italiana. Sul fronte amministrativo, per il quale sono state contestate sanzioni per 11.300 euro, le violazioni hanno riguardato prodotti ancora privi del marchio “CE” e l'apposizione dello stesso marchio non conforme alle vigenti normative comunitarie. Interessati centinaia di prodotti elettrici, caschi da lavoro, mascherine, cuffie e occhiali protettivi rientranti nelle classificazione dei "D.P.I.".






Questo è un articolo pubblicato il 02-12-2011 alle 18:50 sul giornale del 03 dicembre 2011 - 557 letture

In questo articolo si parla di cronaca, francesca morici, sequestro, natale, san benedetto del tronto, guardia di finanza

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/suI





logoEV