Incontro sul nuovo accordo di programma per i comuni di fascia A

comune di fano 2' di lettura 08/11/2011 -

Si è tenuto lunedì 7 novembre, presso la Sala Verde della Regione Marche, l'incontro richiesto da Anci per discutere del nuovo accordo di programma per i comuni di fascia A, in merito agli interventi di riduzione delle PM10.



Alla riunione erano presenti, in rappresentanza del Comune di Fano, l'Assessore all'Ambiente Luca Serfilippi e il funzionario dell'ufficio Ambiente Renzo Brunori, i quali si sono fatti portavoce delle istanze dei cittadini e delle associazioni di categoria che hanno fortemente criticato il precedente Accordo approvato dalla giunta regionale il mese scorso.

Un incontro positivo – ha commentato l'assessore Serfilippi – in quanto tutti i Comuni delle Marche hanno fatto controproposte, tenuto conto anche delle osservazioni delle varie categorie, che sono state quasi totalmente accolte dalla Regione.

In particolar modo, rispetto a quanto indicato nella delibera 1304/2011 della Regione Marche in cui si obbligavano i Comuni ad estendere i divieti nelle diverse frazioni (stabilite dalla Regione stessa – ad esempio per Fano: Rosciano, Cuccurano, Fosso Sejore, Marotta, Fano Centro, Ponte Sasso, Metaurilia), si lascia facoltà ai Comuni di individuare l'area in cui applicare i divieti, con l'impegno di estenderla ai centri storici e comprendo, se possibile, la Statale Adriatica.

Le tipologie di auto coinvolte nel divieto sono rimaste invariate rispetto al 2010, mentre la Regione aveva proposto di estenderlo anche agli Euro 3 ed Euro 4 diesel per gli automezzi. La durata della Zona Rossa sarà in vigore dal 15 settembre al 15 maggio di ogni anno. Per quanto concerne gli orari, la trattativa ha portato a stabilire due fasce: dalle 8,30 alle 12 e dalle 14 alle 18 ( in precedenza l'orario era continuativo ovvero dalle 8 alle 18).

Da ultimo permangono i divieti di accensione dei camini nelle abitazioni private e l'obbligo di mantenere la temperatura interna alle abitazioni non superiore a 19° + 2 in casi eccezionali. Per quanto riguarda il nostro comune - conclude l'Assessore – dopo un primo confronto con la giunta, mi impegno a convocare le associazioni di categoria il prima possibile e informare in maniera capillare tutta la cittadinanza, perché possa recepire le nuove disposizioni in maniera semplice e in breve tempo, senza che si creino falsi allarmismi.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-11-2011 alle 15:14 sul giornale del 09 novembre 2011 - 1352 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, comune di fano, anci, comune, accordo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/roh





logoEV