Tassa di soggiorno, PD: 'Provvedimento che penalizza il turismo'

partito democratico 1' di lettura 02/09/2011 -

In merito alla “tassa di soggiorno per i turisti”, proposta dall’assessore al Bilancio Riccardo Severi, il Partito Democratico di Fano intende ribadire la propria posizione di ferma contrarietà ad un simile provvedimento, ricordando a questa amministrazione che il turismo è una importante risorsa per la nostra città e per l'economia del territorio e che, se approvata, la tassa andrebbe a danneggiare ulteriormente un settore già in difficoltà.



Tale imposta altro non è che l’ennesimo tentativo di far cassa, come già avvenuto con le tariffe di acqua e rifiuti, in più appaiono ancora molto confuse le modalità con le quali verrebbe applicata, trasformando i gestori delle attività interessare degli esattori. Una imposta che penalizzerebbe pesantemente i nostri esercizi rispetto a quelli dei comuni a noi vicini, nei quali la tassa non verrà applicata.

Ci rendiamo conto delle difficoltà in cui versano gli enti locali e quindi anche il Comune di Fano, ma i nostri amministratori anziché proporre interventi che andrebbero a danneggiare la nostra economia, si battano con decisione e coerenza contro i tagli che il governo nazionale sta attuando nei confronti degli enti locali e dimostrino parsimonia e oculatezza nella gestione delle nostre risorse. E’ evidente che se tale proposta dovesse arrivare in Consiglio comunale il gruppo del Partito Democratico la contrasterà con decisione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-09-2011 alle 15:44 sul giornale del 03 settembre 2011 - 1240 letture

In questo articolo si parla di fano, turismo, politica, partito democratico, pd, Pd Fano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/oWb