Amare Fano: 'I monumenti restano dimenticati'

fano 1' di lettura 08/08/2011 -

Passano i giorni, le settimane, i mesi e gli anni ma tutto resta come prima. Feste di qua, feste di là. Tutto quello che è effimero viene osannato, celebrato, finanziato. Solo i monumenti restano dimenticati.



I sagrati delle chiese storiche oltraggiati da veicoli in sosta selvaggia, biciclette appoggiate caoticamente alle antiche mura, il loggiato dello stupendo teatro ingombro di bici e lordato dai piccioni. C’è da chiedersi … Fano è ancora quella città d’arte e cultura tanto ammirata nei secoli. Ma chi deve fare … L’assessore alla cultura tace, il Sindaco non ha ancora monitorato il fenomeno, quello al turismo è impegnato altrove.

E’ possibile che solo noi sentiamo le lamentele, cogliamo la sorpresa, constatiamo lo stupore dei tanti turisti di fronte ad un simile degrado? I nostri gioielli più preziosi non possono essere abbandonati alla volgarità dei tempi attuali ed alla ignoranza dei contemporanei. Una svolta si impone. Noi chiediamo aiuto non per noi ma per il futuro dei nostri figli. Senza la bellezza il mondo muore. Noi che ne abbiamo ereditata tanta non possiamo non esserne degni.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-08-2011 alle 17:59 sul giornale del 09 agosto 2011 - 1753 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, monumento

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ogq





logoEV