Lupus in fabula: 'Il sindaco ritiri la delega al traffico all'assessore Silvestri'

La Lupus in Fabula| 3' di lettura 30/07/2011 -

Gent.mo sindaco, le chiediamo perché mai i cittadini di Fano dovrebbero continuare a pagare lo stipendio all’assessore Silvestri quando dopo due anni dall’attribuzione della delega al Traffico e Viabilità ha fatto ben poco per migliorare la drammatica situazione della mobilità urbana, disattendendo anche il programma di governo dell’agosto 2009.



Nessun provvedimento per ovviare ai puntuali ingorghi giornalieri, niente per ridurre l’inquinamento da traffico in area urbana, neanche un metro nuova pista ciclabile (se si eccettua il tratto Gimarra – Fosso Sejore voluto dalla Provincia), o di zona pedonale. Muoversi in città è sempre più difficile, lento e pericoloso indipendentemente da che mezzo di trasporto si scelga. L’ultima goccia che ha fatto traboccare un vaso colmo da tempo, sono i suoi più recenti provvedimenti o esternazioni, a nostro avviso completamente censurabili. La trasformazione a senso unico della pista ciclabile in Via Palazzi ha il solo scopo di permettere ancora la sosta abusiva in quello spazio. Andava invece mantenuto il doppio senso e realizzato un cordolo di 50 cm (come prevede la legge in questo caso) per isolare il traffico motorizzato da quello ciclabile. Il risultato del provvedimento è che ora, non essendoci alternative, i ciclisti percorrono comunque la pista in senso contrario, con grave pericolo per tutti. Altro fatto è la riapertura al traffico di Via Nolfi nord, effettuata per dar conto alle richieste di qualche cittadino che abita nella zona Sassonia. Via Nolfi è stata quindi trasformata in una piccola circonvallazione che passa in mezzo al centro storico e che permette di ovviare alle lunghe code che si formano sulla statale 16 a causa delle rotatorie.

Quindi mentre in tutte le città moderne e culturalmente avanzate si chiudono i centri storici alle auto e si realizzano parcheggi nelle aree periferiche, a Fano si incentiva il traffico nella zona che necessita di maggiori tutele, creando dei pericolosi by-pass. Infine che dire della proposta di realizzare parcheggi nella zona con vincoli paesaggistici di Baia del Re. Solo una persona irragionevole può pensare di urbanizzare un’area naturale a pochi metri dal mare per ricavare le risorse per fare un sottopasso pedonale e favorire qualche privato. L’esigenza di raggiungere quel tratto di spiagge si affronta, come a ha fatto Pesaro, istituendo delle navette collegate con parcheggi scambiatori. Potremmo continuare l’elenco dei provvedimenti sbagliati, dei problemi che restano irrisolti (come ad esempio la sosta sotto importanti monumenti), o degli annunci a cui non è seguito nulla, ma crediamo che il quadro possa essere sufficiente per motivarle la richiesta di revoca della delega al Traffico e Mobilità attribuita a suo tempo a Michele Silvestri, affidandola a chi ha maggiore preparazione, volontà di fare, e soprattutto idee e proposte al passo con i tempi e le sfide che ci aspettano.

LA LUPUS IN FABULA

Il presidente Flavio Angelini

ARGONAUTA

Il presidente Luciano Poggiani






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-07-2011 alle 17:01 sul giornale del 01 agosto 2011 - 1684 letture

In questo articolo si parla di traffico, fano, michele silvestri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/nXS





logoEV