Cerioni e Ciccioli: sull'ospedale unico D'Anna esprime una posizione personale

Remigio Ceroni e Carlo Ciccioli 1' di lettura 10/04/2011 -

Il futuro dell'ospedale di Fano è legato all'unificazione con quello di Pesaro; in questa direzione vanno le indicazioni del ministro della Salute Ferruccio Fazio ed il piano di rientro e di contenimento delle spese sanitarie indicati dal governo Berlusconi a tutte le Regioni.



E' evidente che, con le nuove tecnologie, le strutture sanitarie ospedaliere vanno ridimensionate, riqualificate e portate all'eccellenza. Il comprensorio Fano-Pesaro può esprimere un solo ospedale d'eccellenza ed eventualmente una piccola struttura ospedaliera di rete.

In questo quadro è opportuno ed auspicabile avere un grande Ospedale baricentrico tra Fano e Pesaro altrimenti, la situazione che si profilerebbe, sarebbe quella di un grande ospedale nella città capoluogo di Provincia ed una piccola struttura per la riabilitazione e la lungodegenza a Fano.

Il consigliere D'Anna esprime una opinione personale, rispettabile si, ma senza futuro. Per questo è opportuno che si coordini con gli organi regionali del partito ed eviti polemiche locali che sono posizioni minoritarie da opposizione e non da leadership di governo sul territorio.

On. Remigio Ceroni (coordinatore regionale PdL)
On. Carlo Ciccioli (vice coordinatore regionale PdL-vice presidente commissione Sanità della Camera dei Deputati)






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-04-2011 alle 22:48 sul giornale del 11 aprile 2011 - 1366 letture

In questo articolo si parla di carlo ciccioli, politica, pdl, Remigio Ceroni, remigio cerioni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/jtz





logoEV