Nucleare, acqua e legittimo impedimento. Parte la campagna referendaria dei Verdi

1' di lettura 01/04/2011 -

Dopo la mozione depositata la scorsa settimana in Consiglio Regionale, i Verdi lanciano la campagna informativa per i referendum di giugno.
 



“L’Italia assiste incredula a ciò che sta accadendo in Parlamento, dove si votano leggi ad personam e ad partitum mentre gli interessi dei cittadini sono ben altri”. Gianluca Carrabs, segretario regionale dei Verdi, si aggancia all’attualità politica di questi giorni per dare il via alla compagna informativa promossa dal partito. “In tutta la regione – prosegue Carrabs – verranno affissi manifesti per chiedere ai cittadini di votare Si ai tre referendum abrogativi del 12 e del 13 giugno”.

Nucleare, privatizzazione dell’acqua e legittimo impedimento. Sono questi le tre grandi questioni sulle quali il referendum chiederà l’opinione dei cittadini. “Ben 1 milione e 400mila italiani hanno firmato la petizione per dire no alla privatizzazione dell’acqua – dice Paolo Canducci, segretario dei Verdi per la Provincia di Ascoli Piceno – L’unica esperienza marchigiana in materia di servizi idrici privati è quella della Provincia di Pesaro, dove tra l’altro è stato registrato un notevole aumento delle tariffe per le famiglie”.

C’è poi la questione del nucleare, per la quale i Verdi hanno già depositato una mozione di interesse presso l’Assemblea Legislativa delle Marche. E sul “no” alla centrali interviene l’assessore all’Ambiente della Provincia di Ancona, Marcello Mariani: “La tragedia di Fukushima non è stata una punizione divina, come sostiene qualcuno, ma la conseguenza della stupidità dell’uomo. Votando “si” al referendum per l’abrogazione del programma nucleare varato dal governo i cittadini potranno tornare a far sentire la propria voce”.








Questo è un articolo pubblicato il 01-04-2011 alle 16:05 sul giornale del 02 aprile 2011 - 901 letture

In questo articolo si parla di provincia di ancona, gianluca carrabs, marcello mariani, politica, emanuele barletta, acqua pubblica, verdi marche, legittimo impedimento, paolo canducci, no al nucleare

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/i9x