Porto d'Ascoli: cocaina, in manette un napoletano residente a Porto Sant'Elpidio

guardia di finanza generico 24/02/2011 -

E' stato fermato, dopo un breve inseguimento, a bordo della sua auto e dalla perquisizione sono saltati fuori 110 grammi di cocaina purissima destinata al mercato della riviera.



Le Fiamme Gialle del Nucleo di Polizia Tributaria di Ascoli Piceno, nell’ambito di attività finalizzate alla repressione del traffico di sostanze stupefacenti, hanno arrestato giovedì con l’accusa di spaccio di cocaina D.M.S., napoletano quarantaduenne, domiciliato a Porto Sant’Elpidio.

L’uomo è incappato in un posto di controllo a Porto d’Ascoli e, dopo l’intimazione dell’alt da parte dei militari, ha tentato di darsi alla fuga; subito inseguito, è stato fermato dopo pochi chilometri, in territorio teramano. Dall'ispezione all'interno dell'auto, una Fiat Punto, è saltata fuori anche una modesta quantità di cocaina. La successiva perquisizione personale ha permesso di trovare, ben nascosti negli slip, cinque involucri chiusi con nastro adesivo contenenti altra cocaina per un totale di 110 grammi.

La cocaina, pura, è stata sequestrata insieme all’autoo e a 2 telefoni cellulari. La droga verosilmente serviva a rifornire i consumatori della costa durante il prossimo weekend e, una volta “tagliata” e divisa in 400 dosi, avrebbe fruttato sul mercato oltre 30.000 euro. L’uomo si trova ora nel carcere di Teramo, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.





Questo è un articolo pubblicato il 24-02-2011 alle 19:37 sul giornale del 25 febbraio 2011 - 873 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, guardia di finanza