Pompili nuovo presidente di Federalberghi Marche

confcommercio 16/02/2011 -

Luciano Pompili, noto operatore alberghiero di San Benedetto del Tronto, è stato eletto all'unanimità nuovo presidente della Federalberghi Marche nel corso dell'Assemblea associativa che si è tenuta mercoledì mattina nei locali dell'Hotel Tre Querce di Camerano.



Pompili succede al senigalliese Otello Baldini che durante l'Assemblea ha tenuto una apprezzata relazione di chiusura mandato poi approvata dall'assise. Successivamente l'Assemblea ha provveduto all'elezione del nuovo presidente, Luciano Pompili, che è stato nominato all'unanimità dai rappresentanti di tutte le province partecipanti. Pompili ha tracciato le linee del suo mandato ed ha espresso anche la volontà di muoversi sul territorio "convocando una serie di incontri con gli operatori – le prime parole del nuovo presidente dopo l'elezione in Federalberghi Marche –, su tutto il territorio regionale per verificare e meglio individuare tutte le ipotesi possibili di collaborazione utili a dare il giusto impulso all'attività dell'associazione".

Il nuovo presidente ha mostrato determinazione, fiducia e convinzione su quella che sarà la politica di mobilitazione e di sensibilizzazione della categoria che va degnamente rappresentata in continuità con l'azione svolta in questi anni da Federalberghi Marche. Nel corso dell'Assemblea odierna è stato anche espresso rammarico e dispiacere per aver appreso - tra l’altro solo a mezzo stampa, senza aver ricevuto nessuna comunicazione o lettera ufficiale- la polemica giunta dai rappresentanti dell’Associazione provinciale di Pesaro e Urbino, i quali hanno di fatto smentito loro stessi e quanto dichiarato solo pochi giorni fa nell’ultima riunione di Giunta Federalberghi Marche che ha preceduto l’assemblea elettiva. Le ultime affermazioni giunte da Pesaro sembrano evidenziare quella che è la vera ragione di questa improvvisa giravolta, cioè la volontà di affermazioni personali per puntare solo ed esclusivamente a poltrone e posizioni di gestione.

Sembra delirante l'atteggiamento di chi pone condizioni di imprescindibilità per la presidenza e la segreteria mettendo sul piatto un'idea di rottura certamente poco illuminata. Ogni processo interno passa attraverso un chiaro e trasparente percorso democratico: per questo Federalberghi Marche non intende accettare spinte autoritarie personali e pericolosi guizzi individuali che rischiano solo di mettere a repentaglio la credibilità dell'associazione.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-02-2011 alle 17:11 sul giornale del 17 febbraio 2011 - 864 letture

In questo articolo si parla di attualità, confcommercio, camerano, san benedetto del tronto, Federalberghi, luciano pompili

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/hun