Spacca a Matteoli: Fano-Grosseto, l'iter è completato, servono i finanziamenti

2' di lettura 11/10/2010 -

Il presidente della Regione Gian Mario Spacca, in seguito all’approvazione da parte della giunta regionale riunita a Genga della compatibilità urbanistica del tracciato per la Fano – Grosseto per quanto riguarda il tratto marchigiano, ha scritto al Ministro delle Infrastruttura Altero Matteoli.



Di seguito il testo integrale della lettera: “Caro Ministro, come Lei ben conosce, l’asse viario Fano-Grosseto e la priorità della programmazione infrastrutturale della Regione Marche. Per questo motivo ritengo importante l’inserimento di tale corridoio viario tra le priorità del Quadro programmatico prioritario 2010-2013 delle Infrastrutture Strategiche (Tabella2). Ma si rileva anche che a fronte di una previsione di costo per la Fano-Grosseto di 2,661 miliardi di Euro, nel Programma delle Infrastrutture strategico predisposto dal Governo nazionale non risultano ancora finanziamenti disponibili per il completamento dell’opera. Si consideri che l’intero programma di Tabella 2 può contare di una disponibilità finanziaria di oltre 39 miliardi di Euro su scala nazionale; l’unico tratto dell’Asse viario Fano-Grosseto finanziato è il n.1 “Grosseto-Siena”, per 271 milioni di Euro, ricadente in Tabella 3.

La informo che la Regione Marche, come annunciato, ha mantenuto gli impegni e concluso la procedura di conformità dell’opera sul proprio territorio: gli atti amministrativi Le saranno consegnati nel corso dell’incontro che si terrà presso il Ministero il prossimo 13 ottobre. Questo significa che se anche si volesse procedere per stralci, per il tratto marchigiano si potrebbe presto bandire la gara di appalto e affidare i lavori. Ora, dunque, sono necessari i finanziamenti: si può procedere per stralci o con tutta l’opera, ma soprattutto è necessario che Lei decida le modalità di finanziamento che il Governo nazionale è disponibile ad attivare. Tre le ipotesi: il project financing, con la compartecipazione al 50% dello Stato; l’affidamento all’Anas a totale finanziamento statale; il modello Quadrilatero con la compartecipazione dei territori al 20%. Su questo serve una decisione immediata. Nel frattempo sarebbe estremamente importante per il territorio marchigiano attivare i relativi finanziamenti per i lotti funzionali già definiti, il 4 e 10”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-10-2010 alle 17:14 sul giornale del 12 ottobre 2010 - 963 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, fano, grosseto, Altero Matteoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/c0A





logoEV