Alla Palazzina Azzura in mostra le opere di Danjel Kosma

Danjel Kosma 3' di lettura 28/09/2010 -

Dal 2 al 13 ottobre le opere dell'artitsa albanese Danjel Kosma, scultore e mosaicista contemporaneo. Inaugurazione il 2 ottobre con la presentazione di Massimo Papetti e un intervento poetico di Franco Camelio.



Danjel Kosma è nato a Tirana nel 1969. Terminato il Liceo artistico con la specializzazione in ceramica, si diploma con il massimo dei voti, nella sezione di scultura, presso l’Accademia di Belle Arti di Atene, dove nel frattempo si era trasferito. Ad Atene vince l’ambìto concorso emanato dal Servizio Manutenzione Antichità dell’Acropoli di Atene – per il cantiere dei Propilei per occuparsi del reintegro degli elementi marmorei del cantiere. E’ qui che lo scalpello, il marmo Pendelico e il marmo Diòniso diventano i suoi inseparabili complici anche per l’esecuzione di sculture monumentali: in occasione delle Olimpiadi di Atene del 2004, le sue sculture sono inserite in più punti della città nell’ambito di un nuovo progetto di riqualificazione urbana. In Grecia ha ottenuto numerose committenze di scultura, sia pubbliche che private ottenendo prestigiosi riconoscimenti. Tra i più importanti la mostra organizzata dalla Heineken a cui ha partecipato con la “Maternità” in legno di eucalipto. Nel 2005, partecipa alla mostra presso Zapio in Atene, con l’opera in marmo di Diòniso dal titolo “Mamma con bambino”. Nel 2005 decide di lasciare la Grecia e l’Acropoli e di trasferirsi definitivamente in Italia, (dove nel frattempo si era sposato), nelle Marche e precisamente a Cupra Marittima (A.P.).

Tra i primi simposi di scultura in Italia ci sono quelli di Sarnano (MC) nel 2006, con la premiata scultura dal titolo “Armonia” e quello presso il Comune di Spinetoli (A.P.) la cui opera è ora esposta presso il locale museo di scultura contemporanea. Tra le mostre, si menzionano quella a curata da Mirella Ruggeri, presso la Villa Vinci Boccabianca (2008) nell’ambito del Cupra Musica Festival organizzata dal Comune di Cupra Marittima (A.P.) e quella presso la chiesa della Misericordia per il Comune di Sant’Elpidio a Mare, (FM) nel 2009. Nel 2010 espone al meeting per l’Amicizia tra i popoli, attraverso l’Associazione di artisti, architetti e ingegneri ‘Il Baglio’ con il bassorilievo marmoreo raffigurante Mons. Luigi Giussani; mentre la Madonna in mosaico vetroso viene esposta per la Provincia e per il Comune di Ascoli Piceno nel medesimo ambito. Sempre nel 2010, espone con una personale presso la Palazzina Azzurra del Comune di San Benedetto del Tronto.

Molto intensa è anche la partecipazione ai concorsi con opere scultoree, soprattutto per l’arredo urbano e per gli edifici pubblici. Per ciò che concerne i lavori a mosaico tra i più importanti realizzati in Italia, si annoverano quelli effettuati per la Chiesa di Cristo Re in San Benedetto del Tronto, per il Comune di Cupra Marittima, per la Diocesi di San Benedetto del Tronto-Ripatransone-Montalto e per le Arcidiocesi di Brindisi-Ostuni e Ancona-Osimo, mentre per quella di Fermo si è realizzato un ritratto in bassorilievo su marmo, raffigurante Mons. Gennaro Franceschetti, esposto nella navata sinistra del Duomo della stessa città.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-09-2010 alle 17:19 sul giornale del 29 settembre 2010 - 1694 letture

In questo articolo si parla di cultura, san benedetto del tronto, Comune di San Benedetto del Tronto, danjel kosma

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/cFl





logoEV