'La Tua Fano', Ospedale: quando alla piazza preferiamo il dialogo

la tua fano-aguzzi sindaco 3' di lettura 20/09/2010 -

La piazza strumento di lotta, ma anche inesorabile cartina di tornasole. Questa è la sintesi della manifestazione organizzata sabato a difesa del S. Croce: la scarsa partecipazione è conseguenza della poca chiarezza verso i cittadini e soprattutto della mancanza di obiettivi condivisi.



Chi vuole bene a Fano e ha a cuore le problematiche della sanità, non può accanirsi quotidianamente contro di essa denunciando ciò che a suo dire non funziona: così facendo, infatti, si getta discredito anche su tutte quelle strutture e professionalità che invece allo stato attuale si attestano su livelli di eccellenza, e ce ne sono tante anche nella nostra città.

La Lista Civica “La Tua Fano” non si è mai permessa di condurre battaglie di stampo populistico solo per cavalcare un problema in maniera strumentale cercando facili consensi. Il nostro è un impegno responsabile, fatto di attente valutazioni e di posizioni che se da una parte sono nette e ben definite, dall’altra devono essere aperte al dialogo come si conviene ad una forza politica di governo. Oggi che il dibattito sul futuro della sanità nel nostro territorio è in pieno svolgimento, e parlare solo di ospedale unico è fortemente riduttivo vista la quantità di temi sul tappeto, noi della Lista Civica “La Tua Fano” riteniamo che la città di Fano debba esercitare con forza il suo ruolo di terza città delle Marche e di seconda città della Provincia. Per questo motivo vogliamo che i nostri rappresentanti, a partire dal Sindaco, siano presenti al tavolo in cui si prendono le decisioni per far sentire la nostra voce, esporre le nostre perplessità, avanzare le nostre critiche e proporre le nostre idee.

Chi scende in piazza con cartelli pieni di slogan e raccoglie firme che poi nemmeno consegna al destinatario è distante anni luce dal nostro modo di fare politica; chi scende in piazza, senza aver prima tentato il dialogo istituzionale, di fatto abdica dal suo ruolo di amministratore, si autoesclude dal poter apportare il proprio fattivo contributo alla discussione, crea disinformazione e alla fine non potrà lamentarsi se non sarà stato ascoltato. Noi della Lista Civica “La Tua Fano” vogliamo invece essere presenti non solo nelle piazze – quando serve - ma soprattutto al tavolo delle decisioni perché molto abbiamo da dire a proposito di sanità, e lo diremo con ancora più forza ed incisività quando il Governatore Spacca verrà in Consiglio Comunale a Fano.

La valorizzazione del S.Croce non deve trasformarsi in battaglia campanilistica, ne ridursi a modesta iniziativa di retroguardia. Fano deve mantenere il proprio ruolo di riferimento per la valle del Metauro e per questa ragione è necessario che l’Ospedale di Fano continui a beneficiare delle risorse statali e regionali (non solo finanziarie, ma anche professionali e tecnologiche), affinché siano ottimizzate le proprie eccellenze.

Allo stesso tempo vogliamo che il progetto Azienda Ospedali Riuniti Marche Nord vada avanti speditamente e si proceda nei tempi stabiliti, ovvero dal 1 gennaio 2011, all’integrazione funzionale tra gli Ospedali di Fano e Pesaro; se poi, in parallelo, la Regione vorrà pensare anche ad una nuova struttura ospedaliera e dimostrerà di avere le risorse necessarie, noi ci proponiamo sin d’ora come interlocutori credibili per far valere le richieste e i bisogni della terza città delle Marche. Non si gioca con la salute dei cittadini e sulla salute non si possono fare sterili speculazioni.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-09-2010 alle 13:38 sul giornale del 21 settembre 2010 - 1575 letture

In questo articolo si parla di politica, la tua fano, Lista civica "La tua Fano"

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ckz





logoEV