Cultura, tradizioni e promozione protagoniste di Musica alla cava

03/09/2010 -

Sabato 11 settembre, alle 18.30, la cava di travertino dei fratelli Tancredi in località Fornara ad Acquasanta Terme, sarà lo scenario insolito e suggestivo del concerto “Musica alla cava” organizzato dalla Provincia con il patrocinio del Comune di Acquasanta.



L’iniziativa è stata presentata stamani dal presidente della Provincia Piero Celani, dall’assessore provinciale alla Cultura e Tradizioni Popolari Andrea Maria Antonini, dall’assessore alla Cultura e Turismo di Acquasanta Francesco Amici e da Antonella Picciotti in rappresentanza dell’Orchestrina Popolare di Ascoli. Dunque con questo nuovo evento, dopo il grande successo dei Carmina Burana svoltisi a San Benedetto del Tronto lo scorso 9 agosto, la Provincia si propone ancora una volta come motore di sviluppo locale attraverso l’organizzazione di progetti volti ad esaltare le peculiarità culturali e paesaggistiche del territorio. L’idea di organizzare un concerto in un luogo così particolare si inserisce pienamente in un percorso di valorizzazione originale ed incisivo di una delle più note risorse naturali del Piceno, il travertino.

“Vorrei innanzitutto puntualizzare – ha sottolineato il presidente Celani – che cultura e turismo rappresentano gli assi di un processo di rilancio del territorio e delle sue componenti socio-economiche che scaturisce dal Piano di Marketing promosso dalla Provincia. Un piano che già stando i primi frutti attraverso azioni e progettualità in sinergia con i Comuni e con gli operatori economici, con le associazioni di categoria e con altri soggetti dello sviluppo locale. L’iniziativa che stiamo preparando ne fa parte a pieno titolo – ha aggiunto Celani - ed è destinata a diventare un evento di portata nazionale: il prossimo anno inviteremo, infatti, i più importanti operatori nazionali del comparto cave per dare ulteriore impulso ad un aspetto dell’economia dell’entroterra che, insieme al Polo termale, costituisce uno degli impegni prioritari dell’Ente. A fine mese - ha anticipato il Presidente – il Piceno sarà presente con tutti i cavatori del territorio alla fiera di Verona “Marmomacc”. In questa prospettiva si colloca pure – ha concluso Celani – il corso di formazione per la figura di operatore “bed & breakfast e country house” per orientarsi, con sempre maggiore professionalità, verso un’accoglienza mirata ad un pubblico internazionale”.

“Anche in questa occasione la cultura – ha evidenziato l’Assessore Antonini - si caratterizzerà come straordinaria risorsa al servizio del territorio: una “sorta di grimaldello”, di elemento introduttivo per sensibilizzare e trainare altri comparti economici come quello del travertino. L’iniziativa – ha proseguito Antonini – si inserisce in quel patrimonio di tradizioni legate al folclore del nostro territorio in connubio fisico con gli elementi naturali che connotano l’entroterra montano” “Ringrazio la Provincia per questa straordinaria opportunità di promozione” ha dichiarato l’assessore Amici ricordando che l’ingresso è libero e che la manifestazione, in caso di pioggia, sarà posticipata al 12 settembre, sempre allo stesso orario.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-09-2010 alle 16:04 sul giornale del 04 settembre 2010 - 804 letture

In questo articolo si parla di attualità, ascoli piceno, provincia di ascoli piceno

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bLo