Spiagge e fondali puliti, anche il comune di adersice alla campagna di Legambiente

mare 1' di lettura 27/05/2010 -

7.375 chilometri di litorale, 15 regioni affacciate sul mare, 30 Aree Marine Protette, 8 Parchi Nazionali con perimetrazione a mare, 2 grandi isole che da sole contano 3.215 km di litorale e decine di isole minori: un patrimonio naturale inestimabile.



Una ricchezza troppo spesso deturpata dalla presenza di buste di plastica, scatolette, fazzoletti, mozziconi di sigarette, addirittura elettrodomestici o carcasse di metallo. È per questo che puntuale come ogni estate torna la storica campagna di Legambiente, Spiagge e Fondali Puliti che ci ricorda che avere spiagge e mare più puliti è un nostro diritto! Così come accedervi liberamente e viverli al meglio. Ogni anno migliaia di volontari si danno appuntamento su tutto il litorale italiano per contribuire in prima persona, con un’azione concreta, a liberare le spiagge e i fondali dalla spazzatura abbandonata da chi continua a scambiare le nostre coste come una grande discarica a cielo aperto. Spiagge e Fondali Puliti vuole promuovere il rispetto del mare e la tutela del territorio non solo sensibilizzando cittadini e turisti a non sporcare, ma ribadendo anche la necessità di piani spiaggia per difendere e valorizzare le coste, di incentivare il turismo sostenibile, la raccolta differenziata, l’accessibilità alle spiagge e di lottare contro l’abusivismo edilizio.

Anche il Comune di Fano, Settore Ambiente, in collaborazione con LabTer Città dei Bambini ha aderito all'iniziativa: venerdì 28 maggio, dalle ore 9,00 alle ore 11, le classi 1° A e 1° G della Scuola Secondaria di 1° “A. Gandiglio” guidate dalle insegnanti Ansuini e Bernabucci si alterneranno lungo il tratto di spiaggia libera di Sassonia, all'altezza dell'Anfiteatro Rastatt per dare il loro contributo all'iniziativa






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-05-2010 alle 16:47 sul giornale del 28 maggio 2010 - 1418 letture

In questo articolo si parla di attualità, fano, spiaggia, legambiente, comune di fano, mare





logoEV