Confesercenti: prima di pedonalizzare occorre un’adeguata riqualificazione

ilva sartini 2' di lettura 08/04/2010 -
Da sempre siamo contrari ad interventi di pedonalizzazione delle vie commerciali che non siano preceduti da un’adeguata riqualificazione delle aree interessate.

Questo perché riteniamo che chiudere l’accesso a una zona della città senza prima averne migliorato l’immagine, la vivibilità e la fruibilità, sia controproducente per tutti, operatori, cittadini e turisti. Crediamo, però, che là dove la riqualificazione è avvenuta e, a seguito di questa, la pedonalizzazione è stata sollecitata anche dagli operatori, tale pedonalizzazione vada attuata senza indugio, per salvaguardare il più a lungo possibile le opere pubbliche.


E’ il caso di via da Serravalle dove da qualche anno è stato eseguito un intervento di grande qualità che ha permesso di restituire alla zona il suo prestigio e la sua originaria bellezza. Dopo questo intervento, molti operatori chiesero al Comune la pedonalizzazione della via, ma la richiesta, purtroppo, non fu esaudita. Oggi, a pochi anni da quella riqualificazione, via da Serravalle è già rovinata dal traffico e dovrà essere di nuovo ripristinata. Allo stesso modo, dopo la riqualificazione di via Montevecchio, avvenuta qualche anno fa con un progetto di Comune e Confesercenti cofinanziato dalle Regione Marche, molti operatori avevano chiesto di pedonalizzare l’area, anche presentando una raccolta di firme.


Purtroppo, invece di pedonalizzare, si scelse il compromesso di installare paletti in ferro per dividere il traffico pedonale da quello veicolare, suscitando non poche polemiche. Ora si riaffaccia la proposta di chiudere alle auto via Cavour, una delle zone più importanti e più frequentate della città. Ribadiamo che, anche qui, la pedonalizzazione dovrà essere preceduta da un progetto di riqualificazione (che, tra l’altro, attendiamo e sollecitiamo da tempo) condiviso dagli operatori, che potranno anche utilizzare parte dell’area esterna per la propria attività.


In virtù di tale riqualificazione, via Cavour potrà diventare, anche in termini reali e di frequentazione, parte del corso cittadino e come tale essere pedonalizzata. Per quanto riguarda Via da Serravalle, i tempi erano già maturi cinque anni fa e sarebbe un vero peccato intervenire per ripristinare la pavimentazione rovinata dalle auto, mantenendo inalterato il traffico veicolare.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-04-2010 alle 14:39 sul giornale del 09 aprile 2010 - 1389 letture

In questo articolo si parla di economia, segnaletica, Confesercenti Pesaro