Approvato il bilancio previsionale del Comune di Fano

1' di lettura 26/03/2010 - Tanta attenzione per i servizi sociali e per le spese dirette alla pubblica istruzione, nessun aumento delle tasse e pochi trasferimenti da Provincia e Regione, questi i principali punti del nuovo bilancio dell’Amministrazione fanese approvato nella mattinata di ieri venerdì 26 marzo in seduta straordinaria.

Abbiamo deciso di non alzare alcuna tassa o tariffa, nemmeno l'adeguamento all’indice ISTAT” ha dichiarato il Sindaco di Fano presentando alla stampa il bilancio 2010 e il piano triennale degli investimenti e quello delle alienazioni comunali “un bilancio previsionale che tiene conto il particolare momento di difficoltà economica e i mancati introiti ICI, la minore addizionale IRPEF e i diminuiti contribuiti regionali e provinciali”.


1.800.000,00 euro in totale che non entreranno nelle casse del Comune” specifica l’Assessore al Bilancio Riccardo Severi che annuncia inoltre un contenimento della spesa generale corrente pari a 53.000.000,00 di euro.


Elencando i principali capitoli di spesa Aguzzi ha sottolineato la particolare attenzione riservata ai servizi sociali: “6.247.000,00 euro saranno destinati al settore, 440.000,00 euro in più rispetto alla previsione di bilancio dello scorso anno e che andranno distribuiti tra fondi diretti e progetti di reinserimento lavorativo per i disoccupati”. Attenzione anche per i servizi educativi con 372.000,00 euro in più riservati e i 122 posti nuovi tra materna e scuola primaria previsti in tutto il territorio comunale. Mantenuti sui livelli di previsione 2009 i capitoli destinati a Cultura e Turismo, “contiamo di rimpinguare i fondi durante l’anno grazie agli avanzi di bilancio” ha rassicurato Aguzzi.






Questo è un articolo pubblicato il 26-03-2010 alle 13:03 sul giornale del 27 marzo 2010 - 1034 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, comune di fano, stefano aguzzi, Elena Serrano, riccardo severi, bilancio di previsione





logoEV