Al Concordia proiezione del film \'Welcome\'

cinema 2' di lettura 31/01/2010 - Martedì 2 febbraio Teatro Comunale Concordia ore 17.00 e 21.30: Proiezione del film “Welcome” Regia di: Philippe Lioret - Francia - Anno: 2009 - Durata: 110\'.

Bilal, giovane curdo, ha lasciato il suo paese alla volta di Calais, dove sogna e spera di imbarcarsi per l\'Inghilterra. Dall\'altra parte della Manica lo attende un\'adolescente che il padre ha promesso in sposa a un ricco cugino. Fallito il tentativo di salire clandestinamente su un traghetto, Bilal è deciso ad attraversare la Manica a nuoto. Recatosi presso una piscina comunale incontra Simon, un istruttore di nuoto di mezza età prossimo alla separazione dalla moglie, amata ancora enormemente e in segreto. Colpito dall\'ostinazione e dal sentimento del ragazzo, Simon lo allenerà e lo incoraggerà a non cedere mai ai marosi della vita. A sua volta Bilal aprirà nel cuore infranto di Simon una breccia in cui accoglierlo. Ma il mondo fuori è avverso e inospitale e l\'uomo dovrà sfidare le delazioni dei vicini di casa e la legge sull\'immigrazione che condanna i cittadini troppo umani e “intraprendenti” col prossimo. Premiato dal pubblico a Berlino e campione di incassi in Francia, Welcome è un racconto morale che si interroga sul concetto di alterità e in cui è facile riconoscere i canoni dell\'attualità. Polemizzando con la legge sull\'immigrazione voluta da Sarkozy, che infligge sanzioni severe ai residenti colpevoli di cuore con la straniero, Philippe Lioret mette al centro del suo film l\'Altro, un corpo estraneo da sfruttare o da espellere, senza una vera possibilità di integrazione.



Come aveva già fatto con Tombés du ciel, film d\'esordio del 1994, il regista francese riconferma la sua attenzione per la mercificazione delle vite nel complessivo processo di disumanizzazione dell\'Europa contemporanea. Welcome, storia d\'amore e di amicizia tra un uomo e un ragazzo, affronta con lirismo la realtà nelle sue manifestazioni più crude, disumane e inaccettabili. La sopraffazione del più debole è analoga a tutte le latitudini, compresa la democratica e “rivoluzionaria” Francia che “ospita” una teoria di convivenze rese difficili dai codici sociali e da paure ingiustificate. La coscienza collettiva è assente o rallentata da egoismi, bassezze e diffidenze, che sono l\'humus in cui cresce e prospera l\'intolleranza di una comunità verso una minoranza.



Ingresso riservato ai soci con Tessera F.I.C. 2008/2009 (€ 7,00); ridotta studenti(€ 3,50) ingresso € 4,50. Oltre al consueto appuntamento serale delle 21.30, si aggiunge la proiezione pomeridiana alle 17.00 con ingresso ridotto a 3,00 euro per coloro che hanno superato i sessantacinque anni. L’iniziativa Giovani della terza età al Cineforum è nata dalla collaborazione del Cineforum con l’assessorato alle Politiche Sociali e l’assessorato alle Politiche Culturali del Comune di San Benedetto del Tronto.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-01-2010 alle 21:18 sul giornale del 01 febbraio 2010 - 1477 letture

In questo articolo si parla di cinema, spettacoli, san benedetto del tronto, Comune di San Benedetto del Tronto