Parte la campagna elettorale di Paolo Perazzoli

Paolo Perazzoli 2' di lettura 16/01/2010 - Inizia la campagna elettorale di Paolo Perazzoli, candidato per il rinnovo del Consiglio Regionale del 28 e 29 marzo 2010 nelle liste del Partito Democratico a sostegno di Gian Mario Spacca presidente.

Sono stati presentati sabato in conferenza stampa i temi sui quali l’ex sindaco di S. Benedetto del Tronto dal 1993 al 2001 intende spendere il proprio impegno politico e l’esperienza maturata come dirigente provinciale e regionale della Confesercenti. Molti i settori nei quali Perazzoli vuole proporre le proprie idee per il rinnovamento delle politiche regionali: dalla sanità alle infrastrutture, dal settore agroalimentare al turismo, dall’istruzione alla tutela ambientale, fino alle politiche sociali. Mettendo al servizio dei cittadini la proprie capacità, Perazzoli intende raggiungere alcuni obiettivi concreti: Dare maggior vigore all’azienda ospedaliera Marche Sud con l’integrazione degli ospedali di Ascoli e San Benedetto e la creazione di strutture specialistiche di eccellenza in alcuni settori come la Neurochirurgia e il settore dell’Emergenza-Urgenza. Puntare sul pieno utilizzo di fondi nazionali e comunitari per terminare opere fondamentali nel campo delle infrastrutture (metropolitana di superficie, bretella, terzo braccio del porto, arretramento dell’autostrada A14, asse di scorrimento transcollinare “Mezzina”).


Sviluppare una forte politica nel settore agroalimentare al fine di trovare soluzioni innovative in sinergia con la tutela dell’ambiente, la produzione di alimenti sani e di qualità e lo sviluppo del campo delle energie rinnovabili (è necessario istituire il Distretto delle energie e delle nuove tecnologie). Offrire maggiore sostegno alla rete dell’università del Piceno, una realtà ormai consolidata e di successo che forma e fa crescere il talento dei nostri giovani. Investire maggiori risorse nel settore turistico per rintracciare strategie comuni di rete tra gli operatori del settore e trovare soluzioni concrete per la difesa della costa dall’erosione e la valorizzazione delle aree interne a maggiore valenza turistica. Creare un welfare innovativo che rielabori modelli vincenti presi in prestito dal mondo dell’impresa e li applichi al contesto sociale. “La Regione – afferma Paolo Perazzoli - svolge un ruolo determinante nella costruzione del nuovo modello sociale ed economico che il Paese e in particolare il Piceno dovrà progettare una volta uscito dalla crisi. Se mi verrà data la possibilità di rappresentare il nostro territorio cercherò di concretizzare, ascoltando le istanze di persone, interpretando i bisogni reali delle imprese e studiando soluzioni concrete, idee progettuali affinchè il Piceno rafforzi la sua presenza nelle istituzioni regionali”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-01-2010 alle 18:43 sul giornale del 18 gennaio 2010 - 1082 letture

In questo articolo si parla di attualità, partito democratico, gian mario spacca, paolo perazzoli





logoEV