Paolini: Aguzzi mi attacca senza ragione

Lega Nord Marche 2' di lettura 18/01/2010 - Il sindaco Aguzzi mi attacca personalmente, senza ragione. Dichiara di aver detto a Berlusconi in persona che sarebbe la Lega e l\'on. Luca Rodolfo Paolini a non volerlo candidato presidente.
Che onore! Se è vero, Aguzzi sbaglia, forse perché male informato o illuso da qualcuno dei suoi \"consigliori\" che, secondo me, gli stanno facendo fare una minchiata dietro l\'altra che può portarlo alla rovina.


Io stimo Aguzzi come politico, come gli ho detto in faccia nel luglio scorso. Per sostenerlo lealmente nella sua corsa a Sindaco di Fano la Lega ha rimesso un sacco di voti perchè non ha fatto – praticamente – nessuna campagna elettorale per se stessa ma ha pensato solo ad appoggiare lui e la coalizione.
(Tale inerzia non si ripeterà per le regionali, perchè, come si dice, “abbiamo già dato” )

1) Sappia che – come ho avuto modo di apprendere in colloqui da loro richiesti – significativi esponenti di quel “retroterra” economico-politico- culturale” del PDL, invisibile ai più ma potente, - sono indignati e seccati dell\'azione incomprensibile di qualche loro dirigente, che sembra far di tutto per perdere.

2) Sbaglia a “personalizzare” il nostro dissenso che è solo politico. Se invece del suo nome fosse stato indicato quello di Mascioni, Corvatta, Latini o Basso sarebbe stato lo stesso. La Lega è contro le ambiguità. I nostri elettori ci premiano per questo. Siamo alleati strategici del PDL e vogliamo correre a sostegno di un candidato del PDL e non di una lista civica locale, quale che essa sia. Anche perchè è falso che uno che prende tanti voti nella sua città debba per ciò solo essere votato da tutti i marchigiani!!. Anzi, è più probabile in contrario, per evidenti ragioni di campanile!

3) Aguzzi dovrebbe chiedersi perchè, se una parte del PDL ritiene davvero risolutivo il suo apporto, non lo inserisce nella propria lista provinciale, a fianco di D\'Anna, Carloni, e Foschi che, tra l\'altro, a parole, sono suoi entusiastici sponsor? Perchè gli elettori voterebbero in massa “Aguzzi Presidente” e non “Aguzzi consigliere regionale”? Una volta eletto il nostro Sindaco – novello Cincinnato - potrebbe anche dimettersi, lasciando il posto al primo dei non eletti, dimostrando così, con i fatti e non con le parole, il suo amore per la città che lo ha voluto Sindaco 6 mesi fa! In più si farebbe “pesare” individualmente, anche in previsione di future, più prestigiose, candidature...

4) Non credo che Berlusconi abbia letto personalmente i risultati di Fano. Se lo avesse fatto non penso sarebbe stato felice nello scoprire che la lista di Aguzzi, \"la Tua Fano\", più che a sinistra, ha saccheggiato voti ...al PDL che, infatti, in città, è passato dal 37% delle europee al 21 % alle comunali (- 16% , pari a circa 6000 voti!!) ! Per dirla in termini tecnici, la sua azione più che incrementale è stata meramente redistributiva interna!

da Luca Rodolfo Paolini
       parlamentare Lega 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-01-2010 alle 01:52 sul giornale del 18 gennaio 2010 - 2117 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, stefano aguzzi, lega nord marche, Luca Paolini, lega nord





logoEV