Mondolfo: Per Cambiare, Solazzi dimentica le scogliere a Marotta

3' di lettura 17/01/2010 - La spiaggia di Marotta è sparita ormai da anni, le scogliere invece ci sono… ma non funzionano. Ci vorrebbe una puntata di “Chi l’ha visto?” per risolvere il complicato enigma.


Così dopo anni di promesse e lavori a singhiozzo mal realizzati la situazione a Marotta è sempre più tragica e le mareggiate di questi giorni hanno completato l’opera di distruzione del litorale.

Lo scorso anno avevamo addirittura promosso una grande raccolta di firme (2200 in una settimana, comprese quelle dei bagnini!) per chiedere alla Regione Marche il potenziamento di tutte le scogliere di Marotta, firme poi consegnate dal Consigliere Regionale D’Anna all’Assessore Carrabs, di fronte alle telecamere del TG 3.


Subito dopo Solazzi e Cavallo si erano prodigati nel cercare di tranquillizzare i bagnini e gli altri operatori turistici promettendo che il ricarico delle scogliere sarebbe stato esteso anche alle parti escluse dal bando regionale. La cosa davvero assurda infatti è che la maggior parte dell’intervento di ricarica delle scogliere è avvenuto a Marotta nella parte a sud delle Vele in una zona dove non ci sono ne spiagge in concessione, ne opere pubbliche da salvaguardare !


Durante l’estate poi sono stati realizzati solo dei miseri lavori di chiusura dei varchi tra le scogliere, intervento che avrebbe dovuto (secondo la Regione) risolvere i problemi di erosione, ma che come i precedenti invece non è servito a un bel nulla. La vicenda ha assunto anche un connotato tragicomico quando il Sindaco ha consegnato ai bagnini la bandiera Blu 2009 quando questi non avevano più la spiaggia per piantarla.

I bagnini di Marotta sono stati così ingannati ancora una volta e la situazione adesso è diventata davvero insostenibile quindi chiediamo di avere quanto prima la possibilità di un incontro con tecnici e assessori regionali per avere finalmente risposte concrete ed un nuovo progetto organico per la sistemazione definitiva di tutte le scogliere marottesi, con tempi e finanziamenti certi.
Purtroppo però le intenzioni della Regione non sembrano andare in questo senso: guardando l’ultimo bilancio della Regione Marche infatti dobbiamo constatare che le cifre stanziate per far fronte l’emergenza erosione marina (2.850.000 euro) sono del tutto insufficienti per contrastare efficacemente tutte le situazioni. Il Consigliere Regionale D’Anna ha anche proposto in sede di bilancio un emendamento teso ad incrementare gli stanziamenti in questione di altri 2 milioni di euro proprio per intervenire anche nella zona di Fano e Marotta (di Fano e di Mondolfo) purtroppo però l’emendamento è stato bocciato dal Consiglio Regionale.

L’assessore al Turismo Vittoriano Solazzi piuttosto che spendere 2 milioni di euro per lo spot promozionale con Dustin Hoffman avrebbe fatto meglio ad investirli per le scogliere. Per risparmiare avremmo visto bene proprio Solazzi in uno spot per Marotta intento a cantare la canzone \"Il mare d\'inverno\" mentre cammina sulle acque, visto che la spiaggia, ahinoi,......non c\'è più !!!








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-01-2010 alle 23:57 sul giornale del 18 gennaio 2010 - 2406 letture

In questo articolo si parla di politica, marotta, carlo diotallevi, solazzi, scogliere





logoEV