Bene Comune, il punto della situazione e le prospettive per le regionali

Bene Comune 2' di lettura 15/12/2009 - L\'annuale cena di Natale degli attivisti di Bene Comune è stata l\'occasione per fare rivedere il lavoro svolto dalle elezioni ad oggi e per guardare al futuro, in particolare alle prossime elezioni regionali.

Il risultato delle elezioni della scorsa primavera non ha soddisfatto Bene Comune che ha perso qualche punto in percentuale rispetto alle elezioni di 5 anni prima.
A mitigare il disappunto il buon risultato della coalizione formata con la lista Fano a 5 Stelle e l\'elezione di due consiglieri comunali, uno in più rispetto alla precedente legislatura.

Carlo De Marchi e Luciano Benini hanno raccontato come in Consiglio Comunale il Sindaco Aguzzi non appare affatto come i fanesi lo vedono su Fano TV, dove non c\'è contraddittorio. \"In consiglio lo smentiamo regolarmente - sottolinea Benini - speriamo nella diretta del consiglio che partirà da gennaio\".

Bene Comune a volte viene visto come il partito dei no. Questo non è vero, sono moltissime le proposte avanzate dai due consiglieri comunali.
Ad esempio anziché spendere 300.000€ per asfaltare l\'aeroporto che verrà usato al massimo dall\'1% dei fanesi (600 persone circa) questi soldi potrebbero essere spesi per realizzare un parco, che verrebbe apprezzato da tutti i fanesi. Tanto più che il parco è nel programma elettorale di Aguzzi, asfaltare la pista dell\'aeroporto no.

I temi più importanti all\'ordine del giorno per Bene Comune sono la raccolta differenziata, oggi i fanesi pagano circa 1.000.000 di euro di penale regionale perché non vengono raggiunte le quote previste. L\'acqua pubblica e la questione energetica. Solo con l\'illuminazione pubblica si potrebbero risparmiare 600.000 €.

\"C\'è la necessità - ha dichiarato Carlo De Marchi - di un associazionismo capace di fare controllo politico. Oggi le associazioni vanno dall\'Amministrazione a battere cassa, è ovvio che non possono più controllare.alcuni
Noi cerchiamo di avvicinare i cittadini alla vita politica, ma spesso veniamo etichettati come \"partito politico\" e ci fanno più parlare\".

Gabriele Darpetti ha relazionato come Bene Comune insieme ad altri movimenti civici stia cercando di coordinare una serie di liste civiche per potersi presentare alle elezioni regionali del prossimo marzo e superare insieme lo sbarramento del 3%.
La rete, che potrebbe chiamarsi Governo Civico, è abbastanza forte nelle province di Macerata e Fermo ma rimane piuttosto carente nella provincia di Ancona.
Se il progetto andrà in porto Governo Civico sosterrà la candidatura di Gian Mario Spacca.






Questo è un articolo pubblicato il 15-12-2009 alle 00:40 sul giornale del 16 dicembre 2009 - 3061 letture

In questo articolo si parla di michele pinto, fano, politica, bene comune, luciano benini, carlo de marche





logoEV