Presentato il bando per le borse di studio intestate all’Avvocato Censori

euro 11/11/2009 - L’Assessore alla Cultura e Pubblica Istruzione Andrea Maria Antonini, affiancato dal funzionario Piera Albertini, ha presentato stamani a Palazzo San Filippo, il nuovo regolamento per l’assegnazione delle borse di studio intitolate “all’Avvocato Gabriele Censori”.

“Si tratta di un’opportunità importante - ha spiegato l’Assessore Antonini - specie in questo momento di difficoltà economiche, che la Provincia mette a disposizione per gli studenti universitari del piceno che già frequentano o intendano iscriversi in università della capitale”. Nel testamento, aperto nel 1950, l’avv. Censori, acquavivano profondamente legato alla città di Roma, dispose di destinare i propri beni mobili ed immobili al finanziamento di borse di studio per gli studenti meritevoli del territorio ma con scarse possibilità economiche, desiderosi di compiere gli studi in università di Roma o, se ecclesiastici, all’Università Gregoriana. Dal 1961, le borse di studio sono state erogate dalla Provincia fino al 2003, anno in cui si interruppe l’iter di assegnazione , ora ripristinato dalla Provincia attraverso un nuovo regolamento .


Attualmente sono, quindi a disposizione 24mila euro che saranno suddivisi in 30 borse dell’importo di 800 euro cadauna. Di queste: 6 destinate agli iscritti del primo anno delle lauree di primo livello; 6 per chi iscritto al primo anno delle specialistiche; 6 attribuite a chi si iscrive agli anni successivi al primo del corso di laurea di primo livello; 6 conferite a studenti che risultano iscritti ad anni successivi al primo anno del corso di laurea di secondo livello; infine, 6 destinate a master o corsi post universitari di primo e secondo livello. Le domande degli interessati debbono pervenire entro il 15 dicembre 2009 presso il Servizio Cultura e Pubblica Istruzione della Provincia. Nella seduta del prossimo Consiglio Provinciale verrà istituita la Commissione formata dall’Assessore alla Cultura e da due consiglieri: uno di maggioranza ed uno di opposizione che valuterà le domande ricevute. L’istruttoria dovrebbe concludersi entro la fine di gennaio.


Tra i requisiti di merito richiesti, figura un voto di maturità non inferiore ai 70/100 per coloro che intraprendono gli studi universitari ed una votazione media non inferiore a 24/30 per coloro che si iscrivono ad anni successivi. Oltre al merito, vengono considerate le condizioni economiche dello studente, individuate sulla base dell’indicatore ISE che tiene conto della situazione di reddito familiare e di quella patrimoniale relative all’anno precedente rispetto a quello di assegnazione della borsa. Il bando e la relativa modulistica sono reperibili sul sito internet della Provincia all’indirizzo www.provincia.ap.it.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-11-2009 alle 16:41 sul giornale del 12 novembre 2009 - 1967 letture

In questo articolo si parla di attualità, ascoli piceno, provincia di ascoli piceno, soldi, euro