Le Forze Armate più vicine ai cittadini nella giornata del ricordo

01/11/2009 - Incontro emozionante all’ITC “Capriotti” per  la  celebrazione del  91° Anniversario della fine della 1° Guerra Mondiale e del 4 novembre.

Corpo, cuore, onore: il corpo alla Patria, il cuore all’amata, l’onore a se stesso”. E’ con l’affermazione di questi tre grandi valori ereditati dall’etica cavalleresca che il Maggiore Roberto Visintin della Scuola Lingue Estere dell’ Aeronautica Militare di Loreto e capo team dei formatori, ha introdotto la giornata delle celebrazione del 91° Anniversario della fine della 1° Guerra Mondiale e del 4 novembre, giovedì 29 ottobre all’ITC “A. Capriotti” di San Benedetto del Tronto. Presente una folta platea di studenti e docenti e la Dirigente Elisa Vita che si è dichiarata “Onorata” per la scelta della sede dell’autorevole evento.

Emozionante la rievocazione storica della Grande guerra fatta dal giovane Capitano dell’ Esercito Italiano Francesco Panza che ha richiamato alla memoria il racconto dei nostri nonni, appena diciottenni, coinvolti nella dura “guerra di trincea” per costruire una Italia unita e solidale.

I cinque Ufficiali Formatori si sono presentati come un “organismo compatto”, come unica è la stella a cinque punte simbolo di unità nel giuramento da essi prestato: « Giuro di essere fedele alla Repubblica italiana, di osservare la Costituzione e le leggi e di adempiere con disciplina ed onore tutti i doveri del mio Stato per la difesa della Patria e la salvaguardia delle libere istituzioni » fino all’estremo sacrificio della vita.

Un momento importante per il recupero della memoria storica, di conoscenza e di avvicinamento dei militari alla comunità civile, è stato quello della proiezione dei video che raccontano il passato e il presente di ciascuno Corpo, dalla sua costituzione a oggi: nell’impiego nelle missioni di pace, nella difesa dei territori (terra, cielo e mare), per la sicurezza dei cittadini. “Nell’ incontro tra passato e presente nasce il futuro, e non c’è alternativa”, afferma il Tenente di Vascello Daniele Di Fonzo.

Non a caso l’uditorio ha percepito l’orgoglio di appartenenza del Capitano Giancarlo Vaccarini, Comandante della Compagnia dei Carabinieri di San Benedetto del Tronto, mentre dal video sfilavano in alta uniforme i suoi “Carabinieri” da quel lontano 13 luglio del 1814 (anno di fondazione) ad oggi, impegnati nelle missioni internazionali. La sua fede nell’impegno quotidiano al servizio della sicurezza soprattutto dei più giovani e nelle attività di prevenzione. La sua preoccupazione nel riservare loro un futuro migliore.

Così come appassionati sono stati gli interventi del Tenente di Vascello effettivo della Capitaneria di Porto di San Benedetto del Tronto Daniele Di Fonzo e dalla rappresentante femminile della Marina, la Comune di 1° Classe Anna Farese, grazie ai quali il pubblico è potuto venire a conoscenza di attività della Marina Militare dai più ignorate. Come interessante è stato l’intervento del Capitato Aurelio Soldano, Comandante della Compagnia della Guardia di Finanza di San Benedetto del Tronto che ha sottolineato l’importante lavoro del Corpo per assicurare con “efficacia ed efficienza” gli interessi economici della collettività, oltre agli importanti servizi svolti anche di polizia giudiziaria, di ordine e di sicurezza pubblica. Il ciclo di eventi in commemorazione della Prima Guerra Mondiale e del 4 Novembre, Festa dell’Unità Nazionale e delle Forze armate, è stato promosso dal Ministero della Difesa. Si resta in attesa del prossimo grande appuntamento ad Ancona dell’8 Novembre.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-11-2009 alle 00:05 sul giornale del 02 novembre 2009 - 1805 letture

In questo articolo si parla di attualità, Giuditta Castelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/JoU