Pd, dopo le primarie l’unità è in crisi

11' di lettura 28/10/2009 -

L\'esito delle elezioni indette per eleggere il segretario nazionale del partito non ha portato armonia nella sezione fanese.



Come avvenuto a livello nazionale anche a Fano è prevalsa la mozione Bersani e in nove seggi su nove più di 3.000 cittadini domenica hanno scelto come nuovo segretario l\'ex Ministro del governo Prodi. Se di questo risultato hanno gioito i rappresentanti della sua mozione, in primis Marta Costantini, capolista regionale e probabile futuro segretario del PD di Fano, non sono mancati malumori all\'interno delle altre correnti. Malumori che si sono manifestati immediatamente, quando, all\'indomani delle elezioni, i sostenitori del candidato Franceschini non si sono presentati alla conferenza stampa indetta per comunicare i risultati.


\"Una conferenza convocata da tutto il partito e concordata dalle tre mozioni\" ha dichiarato il consigliere Luca Stefanelli che definisce l\'accaduto un chiaro \"segno di inciviltà politica\". \"La mozione vincente andrebbe sostenuta, nella direzione di unità del partito\" continua Stefanelli che alle forte accuse rivolte da Renato Claudio Minardi ai giovani del partito risponde con una richiesta: \"scelga tra un impegno costante in consiglio comunale o in giunta provinciale\". Crepe tutt\'altro che risolvibili alla vigilia del congresso del partito, crepe apparse più pericolose dopo la possibilità suggerita dal Segretario provinciale Marco Marchetti, di commissariare la sezione di Fano.






Questo è un articolo pubblicato il 28-10-2009 alle 17:16 sul giornale del 29 ottobre 2009 - 1886 letture

In questo articolo si parla di fano, politica, Partito Democratico Fano, Luca Stefanelli, Elena Serrano, renato claudio minardi





logoEV