Erasmus: università ed aziende unite col progetto \'Progress\'

2' di lettura 22/10/2009 - Prosegue con successo l’esperienza del progetto comunitario Erasmus-Placement “Progress” gestito dalla Provincia di Ascoli Piceno e finalizzato a promuovere attività formative all’estero per studenti iscritti nelle università del territorio con l’obiettivo di offrire loro maggiori possibilità di contatto con il mondo del lavoro ed orientarli nelle scelte professionali future.

I risultati dell’edizione 2008-2009 sono stati illustrati in un seminario svoltosi nell’auditorium del Comune di San Benedetto del Tronto che ha visto anche le testimonianze dei giovani beneficiari dell’ iniziativa. L’intervento ha coinvolto 40 studenti provenienti dagli Atenei di Macerata e di Camerino, dall’Ente Universitario del Fermano, dal Consorzio Universitario del Piceno e dell’Accademia di Belle Arti di Macerata, selezionati con un bando pubblico, sulla base di capacità linguistiche ed attitudinali. Gli studenti hanno svolto tirocini formativi della durata di 3 mesi in aziende dei seguenti Paesi: Austria, Belgio, Francia, Germania, Inghilterra, Irlanda, Islanda, Olanda, Portogallo e Spagna.

“L’adesione al progetto di diverse entità territoriali – ha sottolineato il Vice Presidente della Provincia Pasqualino Piunti - dimostra come l’iniziativa abbia saputo sviluppare e sostenere una rete di rapporti e collaborazioni a livello di sistema locale, garantendo l’interazione delle varie strutture formative, imprenditoriali, amministrative e di tutela degli interessi di categoria, al fine di potenziarne sinergicamente le attività con particolare attenzione alla ricaduta dei risultati di progetto sul territorio”.

“La partecipazione all’esperienza formativa ha fruttato agli studenti l’acquisizione dell’”Europass-Mobility”, documento che certifica il lavoro svolto e le competenze acquisite – ha spiegato il dirigente del Servizio Formazione professionale della Provincia Maurilio Cestarelli – non solo ha consentito anche l’assegnazione di crediti formativi (ECTS) da parte delle Università di appartenenza, un ulteriore passo avanti verso la realizzazione di un sistema comune di crediti e di certificazione delle competenze riconosciuto a livello europeo”.

I fondi stanziati dalla Provincia di Ascoli Piceno, attraverso l’utilizzo di finanziamenti concessi dall’Agenzia Nazionale nell’Ambito del Programma di Apprendimento Permanente – ERASMUS, ammontano a ben 128mila euro ed hanno visto la completa organizzazione e realizzazione dell’esperienza, fornendo ai beneficiari un contributo finanziario pari a 600 euro mensili.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-10-2009 alle 17:13 sul giornale del 23 ottobre 2009 - 808 letture

In questo articolo si parla di attualità, università, ascoli piceno, provincia di ascoli piceno, san benedetto, aziende, erasmus





logoEV