Incontri tematici: seconda tappa della Provincia nei centri culturali

2' di lettura 21/10/2009 - Prosegue a pieno ritmo il ciclo di “Incontri Tematici” promosso dall’Assessorato Provinciale alla Cultura alla scoperta delle principali attività culturali ed esigenze dei 33 Comuni della provincia.

Cupra Marittima è stata al centro del primo incontro che, nella giornata di ieri, l’Assessore provinciale alla Cultura Andrea Maria Antonini ha svolto accompagnato dal dirigente del Servizio Roberto Giovannozzi. Nella località costiera, tesoro di autentici capolavori d’arte romana e picena, la delegazione provinciale, alla presenza del sindaco Domenico D’Annibali, dell’assessore alla Cultura Luciano Bruni e del presidente della sezione locale dell’“Archeo Club” prof. Vermiglio Ricci, ha visitato alcune delle principali aree come il Parco Archeologico, il Ninfeo, il museo archeologico e il suggestivo incasato medievale a ridosso della costa.

Il “Polo Museale San Francesco” di Montefiore dell’Aso con le sue eccellenze storico, artistiche e culturali (come il Polittico del Crivelli, i dipinti del maestro Adolfo De Carolis e le opere dello scenografo locale Basili) ha fatto, invece, da cornice all’incontro con il sindaco Achille Castelli, con l’Assessore alla Cultura Giamaica Brilli e con l’ex primo cittadino Porrà. Nel suo intervento l’Assessore Brilli ha illustrato le diverse offerte legate al mondo del cinema e all’arte e alcuni progetti per l’utilizzo dell’Archivio storico e della Biblioteca (in cui sono depositati oltre 5 mila volumi).

La delegazione provinciale ha fatto poi tappa a Carassai, dove ha potuto ammirare, tra l’altro, il suggestivo percorso dei Camminamenti militari risalente al 1400. Ambiente, scuola e progetti culturali sono stati discussi nel confronto tra l’assessore Antonini e il sindaco Tiziana Pallottini che ha anche illustrato l’importante progetto legato alla valorizzazione della Rocca di Monte Varmine.

Nel corso del summit di Massignano, l’ultimo della giornata, il sindaco Marino Mecozzi ha ricordato le manifestazioni in calendario come la fiera dei fischietti e delle pipe, “Bio e Tipico”, “Corto per Scelta” (festival di grande successo ma fermo per un problema di finanziamenti) e alcuni progetti legati all’agricoltura, alla ceramica, alla terracotta e alle erbe spontanee.

“Il Piceno con le sue meraviglie storico e culturali – ha dichiarato l’Assessore Antonini – rappresenta un autentico “museo all’aperto” che, in sinergia con i tutti i Comuni del territorio, può rappresentare un formidabile volano per promuovere ulteriormente l’offerta turistica e culturale e la crescita economica e sociale dell’intero bacino provinciale”.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-10-2009 alle 14:44 sul giornale del 22 ottobre 2009 - 909 letture

In questo articolo si parla di attualità, ascoli piceno, provincia di ascoli piceno





logoEV