Premio Libero Bizzarri, sezione MediaEducazione rivolta alle scuole

Fondazione Premio Libero Bizzarri 2' di lettura 15/10/2009 - Ben trecento documentari da tutta Italia in concorso per il Premio Libero Bizzarri, sezione “Mediaeducazione”, rivolto alle scuole di ogni ordine e grado, le cui premiazioni si sono svolte all’ Auditorium comunale di San Benedetto e alla Sala Kursaal di Grottammare dal 9 al 12 ottobre.

“Molti fuori tema- ha detto il presidente della giuria, Giangi Poli, giornalista scientifico Rai Uno nonché collaboratore scientifico di Super Quark- Limite dei lavori: il ruolo predominante dei professori che avrebbero dovuto stimolare di più la creatività e le potenzialità espressive degli studenti”. La scuola media “Cappella-Curzi” di San Benedetto si aggiudica due premi, quello della sezione “Documentario” con “ La scuola di Daniele” per “aver sorprendentemente evidenziato la volontà di un ragazzo “diversamente abile” nel voler vivere serenamente la propria diversità, in armonia con il mondo che lo circonda” e quello della sezione “Spot”con “Contro i compiti a casa”. Entrambi i corti, realizzati in collaborazione con la prof.ssa Manuela Federici, sono visionabili su www.youtube.com/baikcinema.

Un premio anche per la scuola media di Ripatransone che si afferma nella sezione tematica “Corto” con “ E ancora ci porta il vento” per l’esemplare modo di raccontare i vari aspetti del razzismo, non ultimo quello psicologico, con una sapiente e pacata recitazione degli attori e con una significativa scelta del colore. Le premiazioni delle scuole inferiori hanno visto primeggiare la primaria “A.Diaz”di Oggiono e Centro Multimedia della Provincia di Lecco. La Sala Kursaal di Grottammare ha ospitato, invece, le premiazioni delle scuole superiori Il liceo scientifico Pacinotti di La Spezia vince due premi, unica scuola delle Marche premiata è l’Istituto di Istruzione Superiore “Filelfo” di Tolentino per “Memoria/ Memorie”, con un doc sui nonni che hanno vissuto le privazioni della guerra, raffronto tra generazioni.

Il liceo scientifico “Pacinotti” di La Spezia la scuola che ha riportato a casa più premi. Facevano parte della giuria: Sonnina Ricci Acciarri, in rappresentanza dell’Unicef, Marilena Felicioni e Maria Pietropaoli.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-10-2009 alle 12:57 sul giornale del 16 ottobre 2009 - 948 letture

In questo articolo si parla di Fondazione Premio Libero Bizzarri





logoEV