Il Consiglio elegge l\'avv. Maria Capponi difensore civico provinciale

tribunale 3' di lettura 25/10/2008 - Il Consiglio Provinciale di ieri si è aperto con l\'intervento dell\'assessore alla Formazione Professionale Emidio Mandozzi che, nel rispondere ad un\'interrogazione del consigliere Brugni sui bandi per le \"Work experience\", ha annunciato in aula l\'avvenuta pubblicazione del bando che consente a laureati e diplomati del territorio di svolgere un\'esperienza professionale presso soggetti pubblici o studi professionali.

L\'Assessore ha spiegato nel dettaglio le ragioni del ritardo della pubblicazione, dovuto ai necessari chiarimenti ed approfondimenti condotti non solo presso la Regione Marche ma anche a livello nazionale presso il Ministero competente data la complessità della normativa comunitaria che riguarda non solo la nostra Provincia, ma tutte le Province marchigiane e d\'Italia che adottano analoghi bandi. Quindi l\'assessore all\'Ambiente Manuela Marchetti ha risposto all\'interrogazione del consigliere Brugni sul grave episodio dell\'avvelenamento di cani da caccia occorso in alcune zone del territorio provinciale. L\'assessore ha riferito sulle indagini condotte dai Carabinieri e dalla Polizia provinciale ed ha assicurato che si è attuata e si sta attuando un\'intensificazione della vigilanza mediante attività coordinate degli agenti provinciali con le Guardie Giurate Volontarie Venatorie.


Rispondendo all\'interrogazione del consigliere Tassotti mirante a discutere dei rapporti politici all\'interno dell\'Amministrazione Rossi, anche alla luce delle polemiche apparse sulla stampa nelle ultime settimane, il Presidente della Provincia ha affermato che, sulla parte più politica della richiesta, aveva già avuto modo di chiarire attraverso interventi pubblicati sui giornali il suo pensiero ed ha preferito sottolineare come, proprio in contemporanea con queste vicende, la Provincia metteva a segno una serie di risultati su alcuni progetti vitali per il territorio provinciale. A tal proposito, Rossi ha citato l\'uscita del nuovo bando delle Work experience, l\'avvio dal primo novembre di esperienze lavorative per 217 persone svantaggiate che percepiranno una borsa lavoro di 650 euro mensili, l\'assegnazione di ulteriori 200.000 euro per sostenere i piccoli comuni nell\'ammodernamento dell\'impiantistica sportiva. Ma Rossi ha anche ricordato l\'assegnazione alla Provincia dei fondi Fas regionali per 27 milioni, il primo posto regionale del progetto del Polo scientifico e tecnologico dell\'area SGL Carbon nelle candidature ai fondi Fas nazionali, l\'accordo di programma che dà il via alla nascita di un grande centro benessere termale ad Acquasanta.


L\'Assemblea è proseguita con l\'approvazione della mozione presentata dal consigliere Botticelli per chiedere il mantenimento delle preferenze alle elezioni europee e la reintroduzione delle stesse nelle elezioni politiche nazionali. Il Consiglio ha anche approvato l\'ordine del giorno presentato dal consigliere Gianluca Vagnarelli che impegna il Consiglio provinciale a manifestare la contrarietà alle scelte del Governo in materia nucleare e ad esprimere \"l\'assoluta indisponibilità del territorio della provincia di Ascoli Piceno ad ospitare siti per la costruzione di centrali nucleari, lo stoccaggio di rifiuti tossici o qualsivoglia altra struttura similare\". Il Consiglio Provinciale ha poi proceduto a scrutinio segreto all\'elezione del nuovo Difensore civico: con 17 preferenze, pari alla maggioranza assoluta dei componenti del Consiglio, è stata eletta Maria Capponi, avvocato del Foro di Ascoli Piceno. Laureata in Giurisprudenza all\'Università \"La Sapienza\" di Roma, l\'avvocato Capponi ha ricoperto il ruolo di Consigliere di Amministrazione del Consorzio idrico intercomunale del Piceno nel 1998-2001 ed attualmente è segretario della Camera civile Picena.


E\' stato quindi approvato l\'ordine del giorno dell\'UPI (Unione Province d\'Italia) sui recenti provvedimenti del Governo in materia di istruzione. Nel documento, elaborato in maniera bipartisan dagli assessori provinciali all\'istruzione riuniti a Torino nell\'ambito dell\'assemblea nazionale UPI, si afferma \"che le misure e provvedimenti esaminati si pongono in controtendenza rispetto ad obbiettivi di innalzamento delle competenze ed inclusione sociale e che inevitabilmente comporteranno di fatto ulteriori e non sostenibili oneri per gli Enti Locali , che già concorrono per 10 miliardi di euro alla spesa complessiva per l\'istruzione\". Il Presidente dell\'Assemblea consiliare Giulio Saccuti ha chiuso la seduta manifestando la volontà di svolgere un consiglio provinciale aperto sulle problematiche della scuola per discutere le ricadute dei provvedimenti del Governo sull\'assetto della rete scolastica territoriale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 25 ottobre 2008 - 1846 letture

In questo articolo si parla di attualità, tribunale, ascoli piceno, provincia di ascoli piceno





logoEV