Quinta edizione della \'Campagna d’ascolto\' della Provincia

incontro comuni s.benedetto del tronto 5' di lettura 08/10/2008 - Una relazione introduttiva del presidente della Provincia Massimo Rossi sui temi sul tappeto in questa delicata fase di definizione dei grandi progetti avviati per lo sviluppo del territorio ha aperto l’appuntamento di S. Benedetto della V edizione della “Campagna d’ascolto” della Provincia.

Nella sala consiliare del comune rivierasco, con il primo cittadino della città ospitante Giovanni Gaspari, a confrontarsi con la Giunta provinciale al completo c’erano i colleghi di Acquaviva Picena, Ripatransone, Cupramarittima, Grottammare, Massignano, Cossignano, Monteprandone.



Il presidente Rossi ha fatto il punto sulle tante iniziative in atto che attendono una concretizzazione dall’assegnazione di fondi come i FAS, i FERS e quelli del Piano di Sviluppo Agricolo e che hanno visto la Provincia svolgere un essenziale ruolo di coordinamento: da quelli per la valorizzazione delle risorse naturali e culturali riunite in otto grandi “grumi progettuali” che ambiscono ai fondi FERS (“un primo passo, visto che potranno essere utilizzati anche per ulteriori futuri stanziamenti” ha sottolineato Rossi) a quelli per una mobilità sostenibile (Rossi ha annunciato che presto sarà pronto uno studio trasportistico per rispondere ai dubbi sollevati dai territori interessati circa l’ipotizzato tracciato della “grande” Mezzina), dalla metropolitana di superficie (sono certi i soldi per l’elettrificazione della Ascoli - Porto d’Ascoli e per il sottopassaggio di via Pasubio), alla rete delle piste ciclabili (si attende che da Roma sblocchino i 600.000 euro del Patto territoriale per quelle in zona Sentina).



Il sindaco di S. Benedetto Giovanni Gaspari ha aperto la serie di interventi sottolineando le crescenti difficoltà finanziarie in cui versano i Comuni e le prospettive niente affatto positive. “In questo contesto - ha detto - la Provincia può svolgere un ruolo di coordinamento che crei economie di scala”. Ha ricordato l’impegno (confermato dall’assessore provinciale all’edilizia scolastica Ubaldo Maroni) di realizzare una biblioteca del quartiere Ragnola nella sede dell’I.T.C. “Capriotti” e il nuovo appuntamento del 18 ottobre con le Province di Ascoli e Teramo e il comune di Martinsicuro per definire tempi e costi del ponte ciclopedonale sul Tronto. Gaspari ha chiesto un chiarimento con gli uffici tecnici provinciali in merito al problema di sottoporre alla Valutazione ambientale strategica (VAS) tutte le varianti urbanistiche.



Un tema, quello del rallentamento degli iter per rispettare la nuova procedura, sottolineato anche dal vicesindaco di Monteprandone Bordoni. Il presidente Rossi e l’assessore Canzian hanno spiegato che l’introduzione della VAS, avvenuta nel 2006 dopo reiterate diffide dell’UE all’Italia, non comporta l’automatico assoggettamento alla procedura di tutte le varianti. I Comuni devono compilare una scheda per la “verifica di assoggettabilità alla VAS” di competenza provinciale e la Provincia è venuta incontro alle esigenze dei Comuni distribuendo un CD per una compilazione guidata delle due pagine di informazioni richieste. “Da quanto sta emergendo – ha spiegato Rossi – pochissime sono le varianti soggette alla VAS. Ora comunque la Regione sta valutando come definire meglio le sue linee guida in materia per limitare il ricorso a questa procedura solo a varianti di un certo significato”. Un riconoscimento alla collaborazione prestata dai tecnici provinciali nella redazione del PRG comunale è venuta dal sindaco di Cossignano Roberto De Angelis che ha chiesto di “istituzionalizzare” la Campagna d’ascolto con verifiche periodiche degli impegni assunti. De Angelis ha poi chiesto il supporto dei tecnici provinciali per alcune procedure non sostenibili da un piccolo Comune come il collaudo degli impianti sportivi (un impegno in tal senso è venuto dall’assessore Maroni).



Il sindaco di Grottammare Luigi Merli ha detto che occorre concentrare energie e risorse sulla vera emergenza del territorio, quella del lavoro, puntando ad idee innovative come il Parco Marino e, nel campo della mobilità, sulla metropolitana di superficie. Ha anche sottolineato che il tema dello smaltimento dei rifiuti presto diverrà centrale nelle politiche delle amministrazioni locali. Il presidente del comitato d’indirizzo della Riserva Naturale della Sentina Pietro D’Angelo ha chiesto il sostegno provinciale per reperire i finanziamenti per i progetti di rinaturalizzazione del fosso collettore e di riqualificazione dell’intera area umida che la Riserva presenta oggi in Regione per circa 1 milione (il presidente Rossi ha confermato la richiesta di stanziamento nella quota dei fondi FAS di competenza regionale) sia per aprire un canale di dialogo con il comune di Ascoli, proprietario del 70% dell’area, rimasto finora sordo alle richieste di incontri.



Il sindaco di Cupra Marittima Giuseppe Torquati ha posto il problema del funzionamento degli uffici di informazione e accoglienza turistica dopo l’uscita di scena della Regione, il reperimento di ulteriori risorse comunitarie per il parco archeologico, il miglioramento della S.P. S. Silvestro. Il sindaco di Massignano Marino Mecozzi ha ricordato l’impegno per mettere in sicurezza il Menocchia (l’assessore provinciale al genio civile Baiocco ha detto che l’intervento è inserito nel Piano delle opere pubbliche 2009) e la necessità di riaprire il ponte inagibile della SP 142 Piana Santi – S. Michele sempre sul Menocchia (l’assessore alla viabilità Offidani ha assicurato che si troverà una soluzione per sostituire la struttura anche se con limitazioni di traffico).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 08 ottobre 2008 - 874 letture

In questo articolo si parla di attualità, ascoli piceno, provincia di ascoli piceno





logoEV